L'OCSE taglia ancora le sue previsioni per l'economia globale

locse-taglia-ancora-le-sue-previsioni-per-leconomia-globale-
L'OCSE è diventata più prudente sulle prospettive dell'economia globale. © Shutterstock

L'OCSE si attende ora per il 2013 un aumento del PIL globale del 2,7% e per il 2014 del 3,6%. Per l'Italia le previsioni sono per il 2013 di -1,9%.

CONDIVIDI

L'OCSE (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico) ha tagliato, per la seconda volta dall'inizio dell'anno, le sue previsioni sulla crescita dell'economia globale.

L'OCSE prevede ora per il 2013 un aumento del PIL del 2,7% e per il 2014 del 3,6%. In precedenza l'OCSE aveva previsto per quest'anno un aumento del 3,1% e per il prossimo del 4%.

L'organizzazione con sede a Parigi indica nel suo Economic Outlook che la ripresa dell'economia globale resta fragile e disomogenea. Sulla crescita pesa soprattutto il rallentamento nei Paesi emergenti.

L'OCSE vede inoltre rischi nelle economie sviluppate. In Europa il settore bancario deve ancora confrontarsi con le conseguenze della crisi. Il Giappone è tornato a crescere, allo stesso tempo continua però ad aumentare il suo indebitamento. L'OCSE avverte infine che negli USA è ancora irrisolto il nodo del budget federale.

L'OCSE esorta perciò a mantenere gli stimoli monetari, soprattutto nella zona euro, dove c'è il rischio di una deflazione.

Per l'area della moneta unica l'OCSE si attende ora per il 2013 un calo del PIL dello 0,4% (da -0,6% atteso nel rapporto di maggio) e per il 2014 un aumento delll'1% (da +1,1%). Nel 2015 la crescita nell'Eurozona dovrebbe accelerare a +1,6%.

Per quanto riguarda la sola Italia l'OCSE prevede per il 2013 un calo del PIL dell'1,9% (da -1,8%) e per il 2014 una crescita dello 0,6% (da +0,5%). Nel 2015 l'economia italiana dovrebbe crescere dell'1,4%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions