Borse europee: Chiusura in flessione, Francoforte la peggiore

borse-europee-chiusura-in-flessione-francoforte-la-peggiore
Le borse europee hanno chiuso in flessione. © Shutterstock

Londra ha perso lo 0,8%, Francoforte il 2,1%, Zurigo l'1%, Parigi l'1% e Madrid l'1,8%. Ancora male le banche. A picco ArcelorMittal.

CONDIVIDI

Tutte le principali borse europee hanno chiuso anche oggi in flessione. Il  FTSE 100 a Londra ha perso lo 0,8%, il DAX a Francoforte il 2,1%, lo SMI a Zurigo l'1%, il CAC40 a Parigi l'1% e l'IBEX 35 a Madrid l'1,8%.

L'EuroStoxx 50, l'indice delle 50 principali blue chips della zona euro, è sceso dell'1,4%.

Le tensioni geopolitiche, il default dell'Argentina e la crisi di Banco Espirito Santo (PTBES0AM0007) hanno pesato anche oggi sulle borse del Vecchio Continente. Francoforte è stata la peggiore a causa della forte esposizione della Germania verso la Russia.

I bancari sono stati di nuovo particolarmente deboli. Commerzbank (DE0008032004) ha perso il 2,5%,Société Générale (FR0000130809) l'1,9% eBBVA (ES0113211835) l'1,9%.

ArcelorMittal (LU0323134006) ha perso il 6,1%. Il maggiore produttore al mondo di acciaio ha tagliato le sue stime d'Ebitda per il 2014.

Vinci (FR0000125486) ha chiuso in ribasso del 6,3%. Il gigante delle costruzioni ha annunciato dei risultati per il primo semestre inferiori alle attese e tagliato le previsioni sui suoi ricavi nel 2014.

Arkema (FR0010313833) ha perso il 25,5%. L'azienda chimica francese ha annunciato una debole trimestrale e tagliato i suoi obiettivi di medio termine.

Adidas (DE0005003404) ha perso un ulteriore 1,8%. Deutsche Bank ha tagliato il suo rating sul titolo del gruppo impegnato nell'abbigliamento sportivo da "Hold" a "Sell".

AXA (FR0000120628) ha guadagnato l'1%. Il gruppo assicurativo francese ha aumentato nel primo semestre l'utile del 22% a €3 miliardi. Gli analisti avevano previsto €2,7 miliardi.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions