Rivoluzione in Germania, E.ON rinuncia alle energie convenzionali

Rivoluzione in Germania, E.ON rinuncia alle energie convenzionali
Il logo di E.ON.

E.ON si concentrerà in futuro sulle energie rinnovabili, sulle reti e sui servizi. Spin-off atteso per il 2016.

CONDIVIDI

La rivoluzione energetica in Germania ha spinto E.ON (DE0007614406) ad un passo tanto inatteso quanto radicale. Il maggiore gruppo tedesco delle utilities ha annunciato che si separerà da quelle che sono state finora le sue attività principali (nucleare, carbone e gas) per concentrarsi sulle energie rinnovabili, sulle reti di trasmissione e sui servizi.

"I drastici cambiamenti dei mercati energetici globali, le innovazioni tecnologiche e le sempre più individuali aspettative dei clienti richiedono un nuovo inizio", ha spiegato il presidente Werner Wenning. "L'attuale ampio modello di business - ha aggiunto - non riesce più a far fronte alle nuove sfide, perciò vogliamo riposizionarci in maniera radicale".

E.ON creerà una nuova compagnia in cui confluiranno, oltre alle energie convenzionali, le attività di trading, esplorazione e produzione di energia. La newco verrà trasferita agli azionisti attraverso una quotazione in borsa. Lo spin-off è previsto per il 2016.

E.ON ha avvertito che svalutazioni per €4,5 miliardi legate soprattutto alle sue attività nell'Europa meridionale condurranno nel 2014 ad una significativa perdita. E.ON ha tuttavia confermato di attendersi per quest'anno un Ebitda tra €8 e €8,6 milardi.

E.ON ha infine comunicato che cederà a Macquarie (AU000000MBL3) il suo business in Spagna e Portogallo per €2,5 miliardi.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions