Le borse europee restano in rosso, Parigi e Londra le peggiori

Le borse europee restano in rosso, Parigi e Londra le peggiori
Le borse europee restano in rosso. © Shutterstock

Ancora vendite su minerari e petroliferi. Scendono Societe Generale e Schneider Electric. Sale Commerzbank.

CONDIVIDI

Le principali borse europee sono a metà seduta in rosso. Londra e Parigi perdono lo 0,8% e sono le peggiori. A pesare sono le notizie arrivate dal fronte macroeconomico. Il PIL del Giappone nel terzo trimestre è stato rivisto al ribasso, da -1,6% a -1,9%. Le importazioni della Cina hanno inoltre registrato lo scorso mese, a sorpresa, un forte calo. Infine la produzione industriale tedesca è salita ad ottobre meno di quanto atteso dagli analisti.

La debolezza dei prezzi delle materie prime penalizza anche oggi i minerari ed i petroliferi. Nel settore minerarioBHP Billiton (GB0000566504) perde il 2% e Glencore (JE00B4T3BW64) lo 0,5%. Nel settore petrolifero BP (GB0007980591) perde l'1,3% e Total (FR0000120271) l'1,1%.

Société Générale (FR0000130809) perde l'1%.Morgan Stanley ha tagliato il suo rating sul titolo della banca francese da "Overweight" ad "Equal-weight"

Schneider Electric (FR0000121972) scende dello 0,5%. Il gruppo industriale francese ha offerto CHF 2,75 miliardi per una quota di maggioranza del gruppo chimico svizzero Sika (CH0000587979).

Commerzbank (DE0008032004) guadagna lo 0,7%. Keefe, Bruyette & Woods ha alzato il suo rating sul titolo della banca tedesca.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions