Grolsch e Peroni potrebbero finire in mani giapponesi. Secondo il quotidiano nipponico “Yomiuri” Asahi Group Holdings (JP3116000005) avrebbe l’intenzione di offrire per i due marchi europei di birra 400 miliardi di yen (circa €3,1 miliardi). Se la transazione dovesse andare in porto si tratterebbe della maggiore acquisizione giapponese nel settore.

Grolsch e Peroni sono controllate da SABMiller (GB0004835483) che è in via di fusione con Anheuser-Busch InBev (BE0003793107). Per ottenere il via libera delle autorità antitrust europee il nuovo colosso della birra ha deciso di mettere sul mercato i due piccoli marchi “premium”, quindi particolarmente appetibili per gli altri produttori, come Asahi Group Holdings.

Il gruppo giapponese cerca già da tempo di rafforzarsi all’estero visto che i margini di crescita del mercato domestico sono bassi.

A cura di Redazione Borsainside © RIPRODUZIONE RISERVATA