Quasi tutte le principali borse europee hanno chiuso oggi in rossoo. Il FTSE 100 a Londra ha perso l’1,8%, il CAC40 a Parigi l’1,7%, il DAX a Francoforte il 2,3% e lo SMI a Zurigo l’1%. L'IBEX 35 a Madrid ha guadagnato lo 0,1%.

L'EuroStoxx 50, l'indice delle 50 principali blue chips della zona euro, è salito dell’1,5%.

La BCE ha tagliato a sorpresa i tassi a zero. L’Eurotower ha annunciato inoltre altre misure espansive, tra cui un incremento degli acquisti di asset a €80 miliardi al mese.

Le borse europee hanno reagito in un primo momento con un balzo al nuovo allentamento monetaria ma hanno poi ripiegato con violenza verso il basso. In conferenza stampa Mario Draghi ha deluso gli investitori indicando di non vedere attualmente motivi per un ulteriore taglio dei tassi.

Nel settore dell’auto BMW (DE0005190003) ha perso il 4%, Daimler (DE0007100000) il 4,2%, Peugeot (FR0000121501) il 3,7% e Renault (FR0000131906) il 4,8%. Dopo le indicazioni arrivate da Draghi l’euro si è apprezzato significativamente.

Il calo del prezzo del petrolio ha penalizzato i petroliferi. BP (GB0007980591) ha perso il 3,6% e Total (FR0000120271) il 3,1%.

Carrefour (FR0000120172) ha perso il 6,5%. Il gigante del commercio al dettaglio ha registrato lo scorso anno una debole performance in Asia ed ha aumentato il dividendo meno delle attese.

A cura di Redazione Borsainside © RIPRODUZIONE RISERVATA