La maggior parte delle principali borse europee ha chiuso oggi in ribasso. Il CAC40 a Parigi ha perso lo 0,2%, lo SMI a Zurigo lo 0,5% e l'IBEX 35 a Madrid lo 0,3%. Il FTSE 100 a Londra ha guadagnato lo 0,6% e il DAX a Francoforte lo 0,5%.

L'EuroStoxx 50, l'indice delle 50 principali blue chips della zona euro, è sceso dello 0,2%.

Prima della fine della riunione della Fed gli investitori sono stati restii a correre rischi. Tra i singoli settori la peggiore performance l’hanno registrata i bancari. Deutsche Bank (DE0005140008) ha perso il 4,4%. Il CEO John Cyran ha avvertito che la banca tedesca potrebbe chiudere anche quest’anno in rosso. UBS (CH0024899483) ha perso il 4,8%. La banca svizzera ha indicato che le sue unità del wealth management e dell’investment banking non hanno registrato una ripresa nel primo trimestre.

I petroliferi hanno beneficiato del forte aumento del prezzo del petrolio. BP (GB0007980591) ha guadagnato il 2,4% e Total (FR0000120271) lo 0,9%.

Deutsche Boerse (DE0005810055) ha guadagnato lo 0,2%, mentre il LSE (GB0009529859) ha perso l’1,2%. La borsa tedesca e quella londinese hanno annunciato questa mattina la loro fusione “alla pari”.

A cura di Redazione Borsainside © RIPRODUZIONE RISERVATA