Borse europee: Chiusura in ribasso, Parigi la peggiore

Borse europee: Chiusura in ribasso, Parigi la peggiore
Parigi è stata oggi la peggiore borsa europea. © Shutterstock

Londra ha perso lo 0,8%, Parigi lo 0,9%, Francoforte lo 0,7%, Madrid lo 0,2% e Zurigo lo 0,4%. Male le banche e Volkswagen.

CONDIVIDI

Tutte le principali borse europee hanno chiuso anche oggi in ribasso. Il FTSE 100 a Londra ha perso lo 0,8%, il CAC40 a Parigi lo 0,9%, il DAX a Francoforte lo 0,7%, l'IBEX 35 a Madrid lo 0,2% e lo SMI a Zurigo lo 0,4%.

L'EuroStoxx 50, l'indice delle 50 principali blue chips della zona euro, è sceso dello 0,7%.

Il Sentix, l'indice sulla fiducia degli investitori nella zona euro, è sceso a luglio, rispetto a giugno, da 9,9 a 1,7 punti. Si tratta del più basso livello dal gennaio del 2015. Il forte calo del Sentix è stata causato dallo shock Brexit. A pesare sulle borse europee sono stati inoltre oggi i timori legati al settore bancario italiano. La BCE ha chiesto a Banca MPS (IT0001334587) di presentare quanto prima un piano triennale per normalizzare il numero dei crediti in sofferenza.

Tra i bancari Deutsche Bank (DE0005140008) ha perso l’1,8%, Société Générale (FR0000130809) il 2,1% e UBS (CH0024899483) l’1,9%.

I minerari hanno beneficiato anche oggi dell’aumento dei prezzi dei metalli. Glencore (JE00B4T3BW64) ha guadagnato il 4,4%, Randgold Resources (US7523443098) il 4,4% e Fresnillo (GB00B2QPKJ12) il 7,7%.

Volkswagen (DE0007664039) ha perso il 2%. Il CEO Matthias Mueller ha dichiarato che il gruppo tedesco non ha l’intenzione di risarcire i suoi clienti europei come ha fatto con quelli americani, per lo scandalo dieselgate.

RWE (DE0007037129) ha guadagnato il 3,5% dopo aver annunciato un accordo di collaborazione con Qatargas.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions