Draghi: BCE non ha discusso estensione allentamento quantitativo

Draghi: BCE non ha discusso estensione allentamento quantitativo
Mario Draghi, il presidente della BCE. ©miqu77 - Shutterstock

Draghi si attende che la ripresa proseguirà in modo moderato ma stabile. Stime inflazione confermate per il 2016.

CONDIVIDI

"Non abbiamo discusso un'estensione del programma di allentamento quantitativo”. Lo ha detto Mario Draghi in conferenza stampa dopo la riunione del comitato esecutivo della BCE.

In precedenza l’Eurotower aveva sorpreso gli investitori non estendendo la scadenza degli acquisti di asset prevista nel marzo 2017. I mercati hanno reagito negativamente alla notizia. Gli indici azionari europei hanno virato in rosso, l’euro si è apprezzato rispetto al dollaro.

Draghi ha indicato che la BCE si vuole concentrare sull’attuazione dei programmi in corso ed ha incaricato i comitati competenti di valutare "le opzioni" possibili sul piano di acquisto di titoli.

Per quanto riguarda l’economia, Draghi si attende che la ripresa proseguirà in modo moderato ma stabile. Tra i rischi per la crescita ha citato il rallentamento della domanda esterna, l’incertezza causata dalla Brexit e la lenta realizzazione delle riforme strutturali.

Lo staff della BCE ha rivisto leggermente al rialzo le previsioni del Pil per il 2016 ma limato quelle per il 2017 e il 2018. La crescita quest'anno sarà pari all'1,7% contro l'1,6% di giugno, mentre sia nel 2017 che nel 2018 sarà dell'1,6%, rispetto al +1,7% previsto precedentemente per entrambi gli anni.

La stima di inflazione per il 2016 è stata confermata a +0,2%. Lo staff della BCE si attende ora per il prossimo anno un’accelerazione all’1,2%, poco inferiore all’1,3% previsto a giugno. La stima per il 2018 è stata confermata a +1,6%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions