Banche tedesche in difficoltà, Commerzbank taglierà 9.600 posti di lavoro

Banche tedesche in difficoltà, Commerzbank taglierà 9.600 posti di lavoro
Il logo di Commerzbank.

Il programma di ristrutturazione della banca costerà 1,1 miliardi. Via il dividendo.

CONDIVIDI

Continuano le difficoltà del settore bancario tedesco. Commerzbank (DE0008032004) ha annunciato oggi di voler tagliare 9.600 posti di lavoro (7.300 al netto delle nuove assunzioni), pari a circa il 20% del suo organico. Il programma di ristrutturazione costerà €1,1 miliardi. Per finanziarlo gli azionisti dovranno rinunciare in futuro al dividendo.

Commerzbank aveva tagliato già negli ultimi tre anni 5.000 posti di lavoro. La seconda maggiore banca tedesca era stata salvata durante la crisi finanziari dal governo con €18 miliardi provenienti dai contribuenti. Berlino controlla ancora oggi circa il 15% del capitale.

Su Commerzbank pesano, come sulle altre banche europee, i bassi tassi d’interesse e il forte inasprimento dei requisiti patrimoniali da parte della autorità di vigilanza. Nel primo semestre l’utile netto è crollato di più del 40% a €372 milioni.

Per migliorare la redditività e ridurre i rischi Commerzbank si concentrerà in futuro sul suo core business e ridurrà le sue attività nell’investment banking. Il nuovo CEO Martin Zielke, in carica dallo scorso maggio, punta a raggiungere nel 2020 un Core Tier 1 superiore al 13%, contro il 12% previsto alla fine di quest’anno.

Il titolo di Commerzbank scende al momento a Francoforte del 2,1%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions