Forex: Sterlina sotto pressione, Londra verso hard Brexit

Forex: Sterlina sotto pressione, Londra verso hard Brexit
La sterlina scende oggi significativamente. © Shutterstock

Il cambio sterlina-dollaro è sceso fino a 1,2846. Minimi da tre anni sull'euro.

CONDIVIDI

La sterlina scende oggi significativamente sul forex. La premier Theresa May ha dichiarato durante il fine settimana che la Brexit comincerà entro la fine del marzo 2017.

Il cambio sterlina-dollaro è sceso fino a 1,2846 ed è sempre più vicino ai minimi da 31 anni di 1,2798 toccati lo scorso 6 luglio. Rispetto all’euro la sterlina è scesa a 0,8747 ovvero ai minimi dall’agosto del 2013.

Theresa May ha presentato ieri alla conferenza annuale del Partito Conservatore il suo piano per portare il Regno Unito fuori dall’Unione Europea. May ha sottolineato che "Brexit significa Brexit", criticando chi che non ha ancora accettato il risultato del referendum dello scorso giugno. Il governo britannico invocherà quindi l'articolo 50 del trattato europeo che regola la secessione di uno Stato membro entro il 31 marzo del prossimo anno.

A pesare sulla sterlina è la prospettiva di un’uscita “dura” (“hard Brexit”) del Regno Unito dall’UE. May ha infatti affermato che non è pronta a compromessi in materia d'immigrazione. In questo modo ha segnalato che Londra non accetterà più la regola della libera circolazione, anche a costo di rinunciare al mercato unico.

Gli ultimi dati del Commitment Of Trades (COT) mostrano che in molti avevano scommesso su un indebolimento della sterlina. Nella settimana conclusasi lo scorso 27 settembre, gli investitori non commerciali hanno aumentato le posizioni nette corte sulla valuta britannica di $2,38 miliardi a $7,14 miliardi.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions