La BCE non ha discusso oggi un'estensione del programma di allentamento quantitativo. Lo ha detto Mario Draghi in conferenza stampa dopo la riunione del comitato esecutivo dell’Eurotower.

A seguito delle parole del presidente della BCE l’euro è balzato oltre 1,10 dollari, mentre gli indici azionari si sono indeboliti.

Draghi ha anche indicato che il comitato esecutivo della BCE è consapevole che le misure straordinarie non possono continuare per sempre, tuttavia non sono state discusse misure di “tapering”.

Il numero uno dell’istituto di Francoforte ha osservato che la ripresa dell’economia continua procedere a un “passo moderato ma stabile”. Nel secondo trimestre è prevista una crescita simile a quella registrata nel secondo, quando il PIL dell'Eurozona è aumentato dello 0,3%. Draghi ha dunque ribadito che i rischi “restano orientati al ribasso”.

Eventuali decisioni sono state rimandate a dicembre, quando nel fare le sue valutazioni, la BCE disporrà anche delle nuove previsioni economiche dei suoi tecnici.

A cura di Redazione Borsainside © RIPRODUZIONE RISERVATA