Royal Dutch Shell (GB00B03MLX29) guadagna attualmente il 3,8% ed è in cima al FTSE 100 alla Borsa di Londra. Il gruppo petrolifero ha annunciato una trimestrale che ha convinto gli investitori. Nel terzo trimestre di quest’anno l’utile netto si è attestato a $1,4 miliardi, contro la perdita di $6,1 miliardi nello stesso periodo del 2015. L’utile rettificato dalle voci straordinarie e dalle modifiche alle riserve è salito del 17% a $2,79 miliardi. Gli analisti avevano previsto $1,8 miliardi.

Royal Dutch Shell ha più che compensato il calo del prezzo del petrolio con l’acquisizione di BG Group e con il taglio dei suoi costi. La produzione è balzata lo scorso trimestre del 25% a quasi 3,6 milioni di barili al giorno. BG ha contribuito con circa 0,8 milioni di barili al giorno.

Royal Dutch Shell si attende ora che i suoi investimenti si attesteranno nel 2017 a circa $25 miliardi, nella parte bassa delle sue precedenti previsioni di $25 - $30 miliardi. Il dividendo è stato confermato a $0,47 per azione.

A cura di Redazione Borsainside © RIPRODUZIONE RISERVATA