Tutte le principali borse europee hanno chiuso anche oggi in progresso. Il FTSE 100 a Londra ha guadagnato lo 0,2%, il CAC40 a Parigi lo 0,3%, il DAX a Francoforte lo 0,3%, lo SMI a Zurigo lo 0,2% e l'IBEX 35 a Madrid lo 0,8%.

L'EuroStoxx 50, l'indice delle 50 principali blue chips della zona euro, è salito dello 0,3%.

Le borse del Vecchio Continente hanno continuato a beneficiare della debolezza dell’euro e dell’aspettativa che la crescita economica degli Stati Uniti accelererà sotto il presidente eletto Donald Trump.

L’aumento del prezzo del petrolio ha spinto i petroliferi. BP (GB0007980591) ha guadagnato il 2,1% e Repsol (ES0173516115) il 4%.

Sui bancari sono scattate delle prese di beneficio. Barclays (GB0031348658) ha perso lo 0,6%, Commerzbank (DE0008032004) l’1% e BNP Paribas (FR0000131104) l’1,2%.

Actelion (CH0010532478) ha guadagnato il 10,5%. Secondo indiscrezioni di stampa Sanofi (FR0000120578) sarebbe vicino a raggiungere un accordo per acquistare il gruppo biofarmaceutico svizzero.

A cura di Redazione Borsainside © RIPRODUZIONE RISERVATA