Le borse europee finiscono la seduta in rosso

Le borse europee finiscono la seduta in rosso
© Shutterstock

Forti vendite su bancari e petroliferi. Bene i minerari. Volkswagen sgomma a Francoforte. Male Nokia.

CONDIVIDI

Tutte le principali borse europee hanno chiuso oggi in rosso. Il FTSE 100 a Londra ha perso lo 0,7%, il DAX a Francoforte lo 0,7%, il CAC40 a Parigi lo 0,6%, l'IBEX 35 a Madrid lo 0,8% e lo SMI a Zurigo lo 0,6%.

L'EuroStoxx 50, l'indice delle 50 principali blue chips della zona euro, è sceso dello 0,8%.

A pesare sono stati i timori legati alle politiche protezionistiche di Donald Trump. Il nuovo inquilino della Casa Bianca ha firmato un decreto per ritirare gli Stati Uniti dalla Tpp (Trans-Pacific Partnership) e ha dichiarato di voler presto avviare le discussioni con il Canada ed il Messico per rinegoziare l’accordo di libero scambio NAFTA (North American Free Trade).

Tra i singoli settori la performance peggiore l’hanno registrata i bancari. Royal Bank of Scotland (GB00B7T77214) ha perso il 2,3%, Commerzbank (DE0008032004) il 2%, Société Générale (FR0000130809) il 2,2% e Credit Suisse (CH0012138530) il 2,6%.

Il calo del prezzo del petrolio ha penalizzato i petroliferi. BP (GB0007980591) ha perso il 2,3% e Total (FR0000120271) l’1,3%.

I minerari hanno invece beneficiato dell’aumento dei prezzi dei metalli. Anglo American (GB00B1XZS820) ha guadagnato l’1,5% e Rio Tinto (GB0007188757) lo 0,7%.

Volkswagen (DE0007664039) ha guadagnato il 3,1%. Goldman Sachs ha introdotto il titolo del costruttore tedesco nella sua “Conviction Buy List”.

Nokia (FI0009000681) ha perso il 3%. SEB Equities ha tagliato il suo rating sul fornitore di infrastrutture per le telecomunicazioni da “Buy” a “Neutral”.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions