Eurozona, l'attività economica rallenta lievemente all'inizio del 2017

Eurozona, l'attività economica rallenta lievemente all'inizio del 2017
© Shutterstock

Mentre il sottoindice relativo ai servizi è sceso leggermente, quello per il settore manifatturiero è ancora salito, raggiungendo i massimi da 69 mesi.

CONDIVIDI

Secondo la stima flash di IHS Markit l'indice PMI Composite per la zona euro è sceso a gennaio, rispetto a dicembre, da 54,4 a 54,3 punti. Gli economisti avevano previsto un lieve aumento a 54,6 punti.

Ricordiamo che un valore superiore a 50 punti segnala una crescita dell'intera attività nella zona euro mentre un valore inferiore indica una contrazione.

L'indice relativo al settore manifatturiero è salito 54,9 a 55,1 punti. Si tratta del valore massimo da 69 mesi. Gli esperti avevano atteso un lieve calo a 54,8 punti.

L'indice relativo al settore dei servizi è sceso da 53,7 a 53,6 punti. Le stime del consensus erano di 53,9 punti.

IHS Markit indica che anche se marginalmente inferiore dal 54,4 di dicembre, l’indice Composite di gennaio è stato il secondo più alto da dicembre 2015 ed uno de più alti avutosi negli ultimi cinque anni e mezzo. “Leggendo i dati dell’indagine PMI, ad inizio 2017, l’economia dell’eurozona continua a segnare una robusta espansione, con livelli occupazionali in aumento ad tasso più rapido dal 2008 dovuti all’incremento della fiducia sulle prospettive future degli affari. Allo stesso tempo le pressioni inflazionistiche si intensificano ulteriormente”, si legge in una nota.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions