Dopo le perdite delle scorse sedute, tutte le principali borse europee hanno chiuso oggi positive. Il FTSE 100 a Londra ha guadagnato lo 0,1%, il CAC40 a Parigi l’1%, l'IBEX 35 a Madrid lo 0,2%, lo SMI a Zurigo lo 0,5% e il DAX a Francoforte l’1,1%.

L'EuroStoxx 50, l'indice delle 50 principali blue chips della zona euro, è salito dello 0,9%.

L’indice PMI relativo al settore manifatturiero dell’Eurozona è salito a gennaio ai massimi livelli da quasi sei anni. Anche i positivi dati macroeconomici pubblicati nel pomeriggio negli Stati Uniti hanno contribuito a migliorare l’umore degli investitori.

Siemens (DE0007236101) ha guadagnato il 5,6%. Il gruppo industriale tedesco ha alzato le sue stime di utile per l’intero esercizio.

Roche (CH0012032048) ha guadagnato l’1,9%. Il gruppo farmaceutico svizzero ha aumentato lo scorso anno i ricavi del 5% e l’utile del 7%.

I minerari hanno beneficiato anche oggi dell’aumento dei prezzi dei metalli. Anglo American (GB00B1XZS820) ha guadagnato l’1% e Rio Tinto (GB0007188757) lo 0,8%.

BBVA (ES0113211835) ha perso l’1,4%. L’utile della banca spagnola è calato nel quarto trimestre dell’1,4%.

LafargeHolcim (CH0012214059) ha guadagnato l’1,4%. HSBC ha confermato il suo rating di “Buy” sul maggiore produttore mondiale di cemento ed alzato il target sul prezzo da CHF 63 a CHF 72.

A cura di Redazione Borsainside © RIPRODUZIONE RISERVATA