Le borse europee chiudono positive, minerari e petroliferi a due velocità

Le borse europee chiudono positive, minerari e petroliferi a due velocità
© Shutterstock

Forti acquisti sui bancari su possibile modifica della Dodd-Frank negli USA. Banco Popular crolla controtendenza dopo maxi-perdita.

CONDIVIDI

Tutte le principali borse europee hanno chiuso oggi in rialzo. Il FTSE 100 a Londra ha guadagnato lo 0,7%, l'IBEX 35 a Madrid lo 0,6%, lo SMI a Zurigo lo 0,9%, il DAX a Francoforte lo 0,2% e il CAC40 a Parigi lo 0,7%.

L'EuroStoxx 50, l'indice delle 50 principali blue chips della zona euro, è salito dello 0,6%.

Le borse del Vecchio Continente si sono rafforzate nel pomeriggio dopo la pubblicazione del rapporto sull’occupazione negli Stati Uniti. La prima economia mondiale ha creato lo scorso mese molti più posti di lavoro di quanto previsto dagli analisti.

Tra i bancari Barclays (GB0031348658) ha guadagnato il 3,4%, Deutsche Bank (DE0005140008) il 3,6% e UBS (CH0024899483) l’1,9%. Donald Trump firmerà probabilmente oggi un ordine esecutivo volto a modificare la Dodd-Frank, la legge approvata nel 2010 sull'onda della crisi finanziaria, volta a ridurre le operazioni più speculative delle banche.

Banco Popular (ES0113790531) ha perso controtendenza il 7,4%. L’istituto di credito spagnolo ha annunciato di aver chiuso lo scorso anno con una perdita di €3,5 miliardi.

I petroliferi hanno beneficiato dell’aumento del prezzo del petrolio. BP (GB0007980591) ha guadagnato l’1,3% e Total (FR0000120271) l’1,4%.

E.ON (DE000ENAG999) ha perso lo 0,9%. Merrill Lynch ha tagliato il suo rating su colosso elettrico tedesco da “Neutral” ad “Underperform”.

Tra i minerari Anglo American (GB00B1XZS820) ha perso il 3,3%, BHP Billiton (GB0000566504) il 2,5% e Rio Tinto (GB0007188757) il 3,5%. I prezzi dei metalli sono scesi dopo che la Cina ha alzato a sorpresa i tassi a breve termine per la prima volta da quattro anni.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions