Credit Suisse, 2016 in rosso, taglierà altri 5.500 posti di lavoro

Credit Suisse, 2016 in rosso, taglierà altri 5.500 posti di lavoro
©pincasso - Shutterstock

Su Credit Suisse ha pesato la multa per i mutui subprime negli Stati Uniti. Scende il CET1 Ratio. Confermato il dividendo.

CONDIVIDI

Credit Suisse (CH0012138530) ha comunicato di aver chiuso il quarto trimestre del 2016 in rosso di 2,35 miliardi di franchi. Gli analisti avevano previsto una perdita di 2,07 miliardi di franchi. A pesare sui risultati di Credit Suisse sono state le spese per i contenziosi legali. La banca svizzera ha accantonato 2,17 miliardi di franchi dopo aver accettato di pagare negli Stati Uniti 5,3 miliardi di dollari per chiudere l’inchiesta sulle vendite dei titoli coperti dai mutui subprime.

Durante l’intero 2016 la perdita di Credit Suisse ha ammontato a 2,44 miliardi di franchi, contro quella di 2,94 miliardi registrata l'anno precedente.

Il CET1 ratio era alla fine di dicembre pari all’11,6%, in calo dal 12% di fine settembre. Credit Suisse punta ad un CET1 ratio del 13% entro la fine del 2018.

La compagnia elvetica ha annunciato di voler tagliare quest’anno 5.500 posti di lavoro, dopo i 7.250 licenziamenti del 2016, ma non ha fornito informazioni su dove saranno effettuati i tagli.

Nonostante abbia chiuso di nuovo l’anno in rosso, Credit Suisse ha confermato il dividendo a 0,70 franchi per azione.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions