Elezioni politiche Regno Unito, Tories ai blocchi con vantaggio non rassicurante

sterlina

Giornata di elezioni nel Regno Unito: i conservatori mantengono vantaggio non rassicurante.

CONDIVIDI

Giornata piuttosto intensa, quella di oggi, per il calendario macroeconomico europeo. Oltre alla riunione della Banca Centrale Europea (di cui abbiamo parlato poco fa, e per la quale non ci attendiamo particolari novità, se non una retorica comunicativa più positiva), l’attenzione è catalizzata su quel che potrebbe avvenire in orbita britannica, e sui riflessi sulla sterlina.

In particolare, in un sondaggio di Opinium – l’ultimo disponibile prima dell’apertura delle urne - condotto dopo l’attentato di Londra, il vantaggio dei Tories sul Labour sarebbe tornato a crescere, passando da 6 punti percentuali a 7 punti percentuali, rispetto alla rilevazione precedente di fine maggio, con i conservatori stabili al 43 per cento e i laburisti che sono invece dati in lieve calo da 37 per cento a 36 per cento.

Peraltro, in un altro sondaggio (ICM) condotto tuttavia a cavallo dell’attentato londinese, il vantaggio dei Tories rimane più alto, all’11 per cento, pur in ampio calo dal 20 per cento di metà maggio. Secondo le ultime stime elaborate da YouGov i conservatori dovrebbero ottenere 265-342 seggi, e i laburisti 230-300. La soglia minima per poter governare da soli è 326, ed è possibile che nel caso in cui i Tories non dovessero riuscire a raggiungere tale soglia la sterlina ne risentirebbe negativamente, sia contro dollaro sia contro euro.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions