Un comunicato da parte di Ck Hutchison Holdings e Veon, coproprietari di Wind Tre, afferma che il nuovo CEO della società è Jeffrey Hedberg, che prende dunque il posto di Maximo Ibarra al vertice della compagine.

Nella nota viene spiegato che Hedberg viene nominato al timone della società per poter realizzare la prossima fase di integrazione e per poter condurre un nuovo periodo di crescita e di sviluppo, finalizzato a permettere di elevare Wind Tre in qualità di operatore convergente più innovativo sul mercato italiano, con il migliore e più ampio network della rete 4G/LTE.

Ricco e interessante è d'altronde il curriculum di Jeffrey Hedberg. Statunitense, è stato al vertice di diverse esperienze nel settore delle telecomunicazioni negli scorsi 25 anni. Più recentemente, è stato presidente e CEO di Mobilink in Pakistan (2014-2017) e ha gestito nel 2015 la fusione e il progetto di integrazione con Warid.

Precedentemente, la sua carriera è stata costellata di avventure di particolare prestigio. Dopo aver cominciato la carriera in Swisscom, è diventato vice presidente della società e membro del consiglio esecutivo di Swisscom International. In seguito è passato a Deutsche Telekom, in Germania e poi negli Stati Uniti. Nel corso degli anni è anche stato CEO di Telkom South Africa, senior advisor di Boston Consulting e advisor indipendente nel campo del private equity in Africa.

La nota a firma di Canning Fok, presidente della joint venture, dichiara che "Jeffrey Hedberg è un chief executive officer con vasta esperienza globale e di successo nella guida di società di telecomunicazione mobile negli Stati Uniti, Africa e Asia. Siamo lieti di dargli il benvenuto a Wind Tre come ceo. Siamo estremamente grati a Maximo Ibarra per il suo significativo contributo e performance alla guida di Wind Tre durante la fusione e la prima fase del processo di integrazione. Gli auguriamo il massimo successo in futuro".

A cura di Redazione Borsainside © RIPRODUZIONE RISERVATA