Rovio, gli Angry Birds puntano alla Borsa

rovio

Angry Birds punta dritto in Borsa: ecco le nuove analisi effettuate da Bloomberg.

CONDIVIDI

La finlandese Rovio, società nota in tutto il mondo per il brand Angry Birds, sta attualmente valutando lo sbarco sul mercato domestico di Borsa. Secondo gli analisti, così facendo potrebbe ottenere una valutazione di 2 miliardi di dollari post Ipo, raccogliendo circa 400 milioni. Insomma, sebbene non siano ancora stati sciolti gli ultimi nodi, e sebbene la società alla fine potrebbe decidere di rimanere fuori dal mercato, Bloomberg sembra scommettere sul fatto che la strada che porterà Rovio in Borsa sia a senso unico.

Sempre secondo quanto afferma il media americano, sul dossier Rovio starebbero lavorando alcuni potenziali consulenti finanziari come Carnegie Bank, Danske Bank e Deutsche Bank, i cui rappresentanti non hanno commentato ufficialmente.

Con sede a Espoo, in Finlandia, Rovio ha segnato nel 2016 una crescita dei ricavi del 34% sopra quota 190 milioni di euro, mentre il suo margine operativo lordo ha invertito la tendenza negativa, chiudendo l’anno a 17,5 milioni di euro. Merito anche della riorganizzazione societaria che la compagine ha realizzato negli scorsi anni, e che ha condotto i finlandesi a disfarsi di alcuni asset come gli studi di animazione, i prodotti editoriali e altre attività, verso una startup (Kaiken Entertainment) guidata dall’ex CEO Mikael Hed e altri membri della società.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions