Total compra Maersk per 7,5 miliardi di dollari

total

Maxi acquisizione Total nel business petrolifero del Mare del Nord.

CONDIVIDI

Total continua a scommettere con particolare insistenza sul business del petrolio nel Mare del Nord. E per concretizzare in misura ancora più palese le proprie mire espansionistiche, il colosso francese ha annunciato l’acquisizione della divisione oil del gruppo danese Ap Moller Maersk per un totale di 7,5 miliardi di dollari, pagando quasi 5 miliardi di dollari in azioni, e assumendo 2,5 miliardi di dollari di debito.

Per il presidente e amministratore delegato di Total, Patrick Pouyanne, si tratta di un’opportunità eccezionale, poiché la combinazione degli asset di Maersk Oil con quelli di Total, afferma il top manager, farà della società il secondo operatore del Mare del Nord, con una forte produzione in Gran Bretagna, in Norvegia e in Danimarca.

Pouyanne ha poi aggiunto che fondendo business che sono “eccezionalmente complementari”, Total potrà diventare più competitiva e potrà effettuare notevoli risparmi. Nel brevissimo termine, la produzione del gruppo dovrebbe essere condotta sopra la soglia dei 3 milioni di barili al giorno, mentre le sinergie dovrebbero ammontare a circa 400 milioni di dollari all’anno.

Il quotidiano economico finanziario Il Sole 24 Ore sottolineava, in tal proposito, che l’acquisizione annunciata da Total è la maggiore da un decennio a questa parte nel mare del Nord, e rilancia le prospettive della zona, che è in difficoltà da quando il prezzo del petrolio è crollato, nel 2014, tanto che alcuni grandi operatori hanno lasciato la macro area a causa degli elevati costi di produzione.

Peraltro, statisticamente si tratta anche della maggiore acquisizione di Total dal 2000, quando aveva comprato Elf.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions