Azioni estere, HSBC spinge utili e attira i trader

hsbc

Buon andamento degli utili per HSBC, con trimestrale sopra le attese per la redditività.

CONDIVIDI

Buone notizie per gli stakeholders di HSBC, con il gruppo europeo che ha annunciato una trimestrale condita con una forte crescita: in particolare, l’utile prima delle imposte ha raggiunto quota 4,6 miliardi di dollari, rispetto a 843 milioni di dollari che erano stati conseguiti nel corso dell’analogo periodo del 2016, poco al di sotto delle attese degli analisti, che invece puntavano a quota 4,7 miliardi di dollari.

Come sottolinea la stampa italiana, il buon risultato è riconducibile principalmente alla ristrutturazione del gruppo avviata due esercizi or sono, e che puntava sull’efficientamento dei costi. In aggiunta a quanto sopra, il termine temporale di confronto, rappresentato dal terzo trimestre 2016, costituiva una base di comparazione piuttosto bassa, visto che aveva risentito di una perdita straordinaria di 1,7 miliardi di dollari riveniente dalla vendita della divisione brasiliana e di un effetto cambio negativo.

Per quanto concerne i principali mercati, in Asia l’utile prima della tassazione è salito del 10% a quota 4 miliardi di dollari; in questo modo, il mercato asiatico diviene il mercato fulcro dell’istituto con l’86,9% dei ricavi, grazie soprattutto all’aumento dei prestiti soprattutto ad Hong Kong. In tal proposito, alla fine del mese di febbraio il nuovo amministratore delegato sarà Flint, che ha lavorato molto in Asia. Gli analisti si aspettano così un’ulteriore focalizzazione su tale mercato.

Per quanto concerne i principali indicatori, il ROE sale all’8,2% nei primi nove mesi dell’anno, avvicinandosi al 10% che rappresenta per il gruppo l'obiettivo di lungo periodo. Il management ha in tal senso dichiarato che il target del 10% non sarà raggiunto entro la fine dell'anno, ma ha contemporaneamente dichiarato di essere nella giusta direzione. Il CET1 si è attestato al 14,6% a fine settembre, in linea con le attese degli analisti e poco sotto il 14,7% di fine giugno.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions