3 titoli da comprare (e 2 no) nel settore alimentare

heineken

Ubs ci consiglia quali titoli comprare nel settore food & beverage, e quali invece evitare!

CONDIVIDI

Negli ultimi giorni Ubs ha avuto modo di individuare 3 titoli del settore alimentare che potrebbe essere il caso di acquistare e inserire nel proprio portafoglio e… qualche titolo che invece probabilmente non merita – almeno per il momento – una simile considerazione. Ma quali sono?

Rating buy

Cominciamo con i titoli cui Ubs ha attribuito il rating buy, comprare. Il primo ad essere individuato è Anheuser Busch InBev, con target price di 118 euro, superiore all’attuale quotazione intorno a 101,5 euro. Il rapporto tra prezzo e utili dovrebbe scendere da 27,3 nel 2017 a 22,3 nel 2018, mentre il rendimento della cedola è rispettivamente pari al 3,1% e al 3,2%. Il titolo capitalizza 200 miliardi di euro, e da inizio anno ad oggi la quotazione è pressochè stabile.

Il secondo titolo buy individuato da Ubs è Diageo, con target price di 2.880 pence, con buon margine di rialzo dal prezzo attuale di 2.571 pence. Il rapporto tra prezzi e utili passa da 22,8 nel 2017 a 20,9 nel 2018. Tra gli altri dati, spicca un rendimento della cedola pari al 2,5% nel 2017 e al 2,8% nel prossimo 2018. Il titolo capitalizza 72,9 miliardi di euro, e può vantare un buon rialzo del + 20% da inizio anno ad oggi.

Il terzo titolo buy per Ubs, che vogliamo proporvi in queste righe, è quello di Heineken. La società ha un target price di 96 euro, discretamente superiore agli 86 euro (circa) della quotazione attuale. Tra gli altri dati, rapporto tra prezzo e utili in calo da 22,2 nel 2017 a 19,5 nel 2018. Il rendimento della cedola è dell’1,6% per il 2017 e dell’1,9% per il 2018. Il titolo capitalizza 49 miliardi di euro e da inizio anno ad oggi ha guadagnato quasi il 20%

Rating sell

Ubs attribuisce il rating sell a Carlsberg, con target price a 625 corone danese, inferiore alla quotazione attuale di circa 750 corone. Il rapporto tra prezzo e utile scenderà da 23,3 nel 2017 a 21,2 nel 2018, con rendimento cedola che passa dal 2% al 2,4%. Il titolo capitalizza 15,3 miliardi di euro, ed è salito da inizio anno del 22%.

Il secondo rating sell viene invece attribuito a Campari, con target price di 5,1 euro, inferiore alle attuali quotazioni in area 6,5 euro. Il rapporto tra prezzo e utile passa da 20,3 nel 2017 a 28,4 nel 2018, con rendimento della cedola che passa da 0,7% a 0,9%. Il titolo capitalizza 7,6 miliardi di euro e da inizio anno ad oggi ha guadagnato il 40%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions