Dopo una settimana piuttosto intensa di aggiornamenti macro, arriva un'altra serie di sessioni da non sottovalutare, soprattutto per quanto concerne l'area dollaro.

Andando con ordine nell'elencazione sintetica dei nostri market mover, nell’area euro riteniamo che il focus sarà principalmente sulla pubblicazione dei risultati delle ultime indagini PMI e IFO, che dovrebbero confermare la fase di solida espansione, già indicata peraltro dai dati sulla crescita del PIL nei mesi estivi la scorsa settimana.

In particolare, gli analisti si attendono un recupero dell’indice PMI composito per l’area euro a 56,5 punti contro i precedenti 56,0 punti, grazie ad un rimbalzo del PMI servizi, in particolare in Germania. L’indice IFO è invece atteso stabile a 116,7 punti, massimo assoluto della serie toccato il mese scorso.

Sempre in area euro usciranno altresì i verbali sulla riunione BCE di ottobre, che offriranno nuove indicazioni sulla divergenza di opinioni che si era formata all’interno del Consiglio in merito alle modalità di estensione dell’EAPP.

Spostandoci poi agli Stati Uniti, qui le informazioni in corso di uscita risultano essere concentrate quasi esclusivamente nella prima metà della settimana, mentre nella seconda settimana (per via della chiusura dei mercati per Thanksgiving) si tirerà un po' il fiato.

In particolare, nella prima parte della settimana occhi aperti sulla pubblicazione dei verbali della riunione del FOMC, che dovrebbero mantenere aperta la porta per un rialzo dei tassi di riferimento a dicembre e per ulteriori graduali rialzi nel corso degli anni successivi.

Tra gli altri dati in uscita, attendiamo aggiornamenti per quelli di ottobre, con le vendite di case esistenti e gli ordini di beni durevoli che dovrebbero essere in rialzo, con indicazioni positive per la crescita del quarto trimestre. La fiducia dei consumatori a novembre dovrebbe restare su livelli elevati, anche se gli effetti incerti della riforma tributaria potrebbero frenare ulteriori rialzi.

A cura di Redazione Borsainside © RIPRODUZIONE RISERVATA