Dopo la Grecia, è ora la volta del Portogallo?

Sui mercati si specula su un nuovo piano di salvataggio di Lisbona.

CONDIVIDI
Lo swap del debito greco si è appena concluso ed i riflettori sono già puntati su un altro Paese. La pressione sui titoli di Stato del Portogallo è oggi aumentata. Il titolo del decennale portoghese è salito rispetto a ieri dello 0,19% al 14,26%. Lisbona ha già dovuto ricorrere nell'aprile dello scorso anno al fondo salva-stati. Il Paese riceverà aiuti per €78 miliardi, come contropartita dovrà adottare delle importanti riforme. Sulla base degli accordi stretti con l'UE e l'FMI il Portogallo dovrebbe tornare sui mercati dei capitali nel settembre del 2013. Ciò sembra però al momento molto improbabile visti gli attuali rendimenti e le deboli prospettive dell'economia. La Commissione Europa prevede che il PIL portoghese calerà nel 2012 del 3,3%. Sui mercati si specula perciò su un nuovo piano di salvataggio. Alcuni osservatori credono che una ristrutturazione del debito portoghese sia in parte già scontata.
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions