Fiat aumenta nel secondo trimestre l'utile della gestione ordinaria del 90%

fiat-aumenta-nel-secondo-trimestre-lutile-della-gestione-ordinaria-del-90Fiat, utile in forte aumento nel secondo trimestre.Immagine: iStockPhoto

Fiat (IT0001976403) ha annunciato oggi di aver aumentato nel secondo trimestre di quest'anno l'utile della gestione ordinaria del 90% a circa €1 miliardo. Gli analisti avevano atteso in media €965 milioni. Il gruppo torinese ha beneficiato del consolidamento di Chrysler. Il risultato della gestione ordinaria di Fiat esclusa Chrysler è calato del 62% a €144 milioni. Il calo è stato dovuto principalmente alla riduzione dei volumi in Europa. I ricavi dell'intero gruppo sono aumentati del 64% a €21,52 miliardi. I ricavi di Fiat esclusa Chrysler sono stati pari a €9,2 miliardi di euro, in diminuzione del 7,5% rispetto al secondo trimestre 2011, principalmente per effetto del calo dei volumi in Europa, e in particolare in Italia. Fiat indica che le condizioni di mercato in Italia continuano a rimanere difficili sia per le autovetture sia per i veicoli commerciali leggeri, a causa del difficile contesto economico. L'indebitamento netto industriale al 30 giugno 2012 era pari a €5,4 miliardi, in diminuzione di oltre €0,3 miliardi nel secondo trimestre 2012. Nel trimestre Chrysler ha generato risorse per €0,6 miliardi, dopo aver investito circa €1 miliardo. Per Fiat esclusa Chrysler, l'indebitamento netto era pari a €4,1 miliardi. L’aumento registrato nel secondo trimestre 2012, pari a €0,2 miliardi è attribuibile in egual misura alle attività operative e a poste non monetarie. Nonostante la continua mancanza di visibilità sulle condizioni di mercato in Europa Fiat ha confermato i suoi target per l'intero esercizio. Il Lingotto si attende per il 2012 ricavi superiori a €77 miliardi, un utile della gestione ordinaria tra i €3,8 e €4,5 miliardi, un utile netto tra €1,2 e €1,5 miliardi e un indebitamento netto industriale tra €5,5 e €6 miliardi.

Articoli correlati