Finmeccanica: Utile netto in forte crescita, ma calano Ebita e ricavi

Il gruppo industriale ha confermato le sue previsioni per il 2012.

CONDIVIDI
Finmeccanica (IT0001407847) ha annunciato oggi di aver aumentato nel primo trimestre del 2012 il suo utile netto del 257% a €25 milioni. Il gruppo industriale indica che il dato è ricollegabile alla riduzione sia degli oneri finanziari netti (€28 milioni) sia delle imposte (€29 milioni). L'Ebita adjusted è stato pari a €173 milioni, in calo del 20% rispetto allo stesso periodo del 2011. I ricavi sono calati del 4,4% a €3,68 miliardi. Il calo ha interessato soprattutto il settore dell'Elettronica per la Difesa e Sicurezza, essenzialmente per effetto delle minori attività su programmi di DRS per le Forze Armate statunitensi. Gli ordini sono calati del 9% a €3,48 miliardi. Il portafoglio ordini si è attestato a €45,72 miliardi rispetto ai €46 miliardi al 31 dicembre 2011. L'indebitamento finanziario netto è stato pari a €4,51 miliardi rispetto ai €3,44 miliardi al 31 dicembre 2011. Finmeccanica osserva che il dato ha risentito del tipico andamento di periodo negativo del FOCF (Free Operating Cash Flow) e non è stato influenzato da effetti significativi derivanti da operazioni straordinarie. Finmeccanica ha confermato di attendersi per il 2012, a parità di perimetro, ricavi compresi fra €16,9 e €17,3 miliardi, un Ebita adjusted a circa €1,1 miliardi, ordini per circa €17,5 miliardi e un avanzo di cassa superiore a €900 milioni.
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions