I principali indici azionari europei hanno chiuso oggi contrastati. Il FTSE 100 a Londra ha guadagnato lo 0,4% e lo SMI a Zurigo lo 0,1%. Il DAX a Francoforte ha perso lo 0,5%, il FTSE MIB a Milano l'1,5% e l'IBEX 35 a Madrid l'1,5%. Il CAC40 a Parigi ha chiuso invariato.
La Commissione Europea ha rivisto significativamente al ribasso le sue previsioni sul PIL della zona euro nel 2012, da +0,5% a -0,3%. Sulle borse del Vecchio Continente hanno pesato inoltre le notizie negative arrivate dal fronte societario.
Commerzbank (DE0008032004) ha perso il 6,6%. La banca tedesca ha registrato lo scorso anno un forte calo dell'utile ed annunciato un aumento di capitale.
Crédit Agricole
(FR0000045072) ha perso il 4%. La banca francese ha chiuso il quarto trimestre del 2011 in rosso di €3,07 miliardi.
Deutsche Telekom (DE0005557508) ha perso il 3%. L'operatore telefonico ha chiuso a sorpresa il quarto trimestre del 2011 in rosso di €1,3 miliardi.
Vallourec (FR0000120354) ha chiuso in ribasso del 6,4%. Il primo produttore al mondo di tubi d'acciaio si attende per il 2012 un calo del suo margine Ebitda.
Royal Bank of Scotland
(GB0006764012)
ha guadagnato il 5,1%. La banca britannica ha aumentato lo scorso anno le perdite, il suo core business ha registrato però una performance migliore delle attese degli analisti.
Swiss Re (CH0012332372) ha guadagnato il 2,6%. Il gruppo assicurativo svizzero è tornato lo scorso trimestre all'utile ed ha annunciato un aumento del suo dividendo.

A cura di Redazione Borsainside © RIPRODUZIONE RISERVATA