Le borse europee proseguono in netto ribasso

Forti vendite sui bancari, crolla Dexia. Sotto pressione anche i settori dell'auto e delle costruzioni.

CONDIVIDI
Le borse europee sono a metà seduta chiaramente negative. Francoforte è la peggiore. Il DAX perde al momento più del 3%. La crisi si sta inasprendo e sta colpendo sempre più le banche. Deutsche Bank (DE0005140008) perde il 6,4%. La banca tedesca ha avvertito che a causa delle turbolenze sui mercati finanziari non potrà raggiungere i suoi obiettivi d'utile per il 2011. Dexia (BE0003796134) crolla di circa il 20%. La banca franco-belga sta incontrando sempre più difficoltà a rifinanziarsi e potrebbe venir smantellata. I governi belga e francese hanno annunciato in una nota congiunta che prenderanno tutte le misure necessarie per tutelare i correntisti ed i creditori di Dexia e che si impegnano di conseguenza a garantire i finanziamenti raccolti dalla banca.
I timori legati allo stato di salute dell'economia pesano sui settori dell'auto e delle costruzioni. Tra i titoli dei produttori di automobili BMW (DE0005190003) perde il 5,7% e Peugeot (FR0000121501) il 6,4%. Tra i cementieri Lafarge (FR0000120537) perde il 9,9% e CRH Plc (IE0001827041) il 5,2%. Sia Goldman Sachs che S&P hanno avvertito che i rischi di recessione in Europa sono aumentati. I minerari ed i petroliferi scendono sulla scia dei prezzi delle materie prime. BHP Billiton (GB0000566504) perde il 3,1%, Rio Tinto (GB0007188757) il 3,7% e BP (GB0007980591) il 3%.
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions