sanofi-aventis: lehman brothers prevede fusione verso la metà dell'anno

CONDIVIDI
Questa una lista di alcuni ratings di oggi sulle blue chips europee da parte degli analisti delle più importanti banche d'affari.

BASF (ISIN:DE0005151005)
Credit Suisse First Boston ha confermato il giudizio di
"Outperform" su BASF, target price €48. I comparti della plastica e chimica del gigante industriale tedesco avrebbero registrati dei margini operativi in crescita. Il titolo sarebbe meno caro delle grandi concorrenti americane. Deutsche Telekom (ISIN: DE0005557508)
Dresdner Kleinwort Wasserstein ha rivisto al rialzo, da
"Add" a "Buy", il rating su Deutsche Telekom. Anche il target sul prezzo è stato alzato da €17,50 a €18. Gli analisti di Dresdner Kleinwort Wasserstein credono che Deutsche Telekom possa beneficiare del processo di consolidamento nel settore della telefonia mobile negli USA. La divisione americana T-Mobile USA dovrebbe in futuro registrare margini di crescita ancora più importanti che in passato.

Münchener Rück (ISIN: DE0008430026)
Upgrade di J.P. Morgan su
Münchener Rück da "Neutral" a "Overweight", fair value €108. Il gigante delle assicurazioni tedesco dovrebbe mantenere alla fine dell'anno il rating "AA". Ciò dovrebbe permettere a Münchener Rück di continuare a trarre ottimi profitti dal suo core business. Nestlé (ISIN: CH0012056047)
Merrill Lynch ha confermato il rating su Nestlé che resta "Buy". Gli analsti di Merrill Lynch hanno però rivisto al rialzo il target sul titolo da CHF 350 a CHF 370. Il management dell'impresa svizzera starebbe riuscendo a ridurre i costi operativi.

Royal Bank of Scotland (ISIN: GB0007547838)
Lehman Brothers ha confermato il rating di
"Outperform" su Royal Bank of Scotland, target price 1.942 p. Il gigante finanziario britannico registrerebbe i migliori margini di crescita dell'intero settore in Europa. Sanpaolo-IMI (ISIN: IT0001269361)
Il rating di BNP su Sanpaolo-IMI resta
"Neutral". Gli analsti di BNP hanno però rivisto al rialzo il target sul prezzo e le stime relative gli utili dell'istituto di credito italiano per il 2004 e il 2005. Il target price è ora di €10,80 (precedente: €10,20). L'utile per azione dovrebbe raggiungere nell'esercizio attuale €0,80 e nel prossimo €0,94. I risultati relativi al quarto trimestre di Sanpaolo-IMI sarebbero stati convincenti. UniCredito (ISIN: IT0000064854)
UBS ha tagliato oggi il suo rating su UniCredito da "Buy" a "Neutral". Il target sul prezzo è stato rivisto al ribasso da €5 a €4,60. L'aumento della pressione da parte della concorrenza potrebbe pesare sui margini operativi della banca italiana.


Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions