Marea nera: BP patteggia, pagherà ai privati $7,8 miliardi

Processo posticipato. I soli pescatori riceveranno $2,3 miliardi.

CONDIVIDI
Dopo mesi di trattative BP (GB0007980591) ha raggiunto un accordo extragiudiziale con le migliaia di persone danneggiate dalla marea nera nel Golfo del Messico. Il gruppo britannico pagherà ai querelanti circa $7,8 miliardi. I soli pescatori riceveranno $2,3 miliardi. Il processo, il cui inizio era fissato per oggi, è stato posticipato. Se una corte di New Orleans dovesse approvare l'accordo nei prossimi 45 giorni la somma spesa finora da BP per riparare i danni causati dalla marea nera salirà a circa $30 miliardi. Ma non è finita. Anche molti comuni, cinque Stati e il Governo federale hanno avviato delle azioni legali. Senza contare le possibili conseguenze penali. L'esplosione della piattaforma petrolifera Deepwater Horizon nell'aprile del 2010 costò la vita a 11 persone e causò la più grave catastrofe naturale nella storia degli USA. Per 87 giorni fuoriuscirono ogni giorno in mare fino a 4,9 milioni di barili di petrolio. Le coste furono devastate, il turismo e l'industria peschiera vennero colpite significativamente.
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions