sanofi rifiuta una possibile pace con aventis

Questa una lista di alcuni ratings di oggi sulle blue chips europee da parte degli analisti delle più importanti banche d'affari.

BMW (ISIN: DE0005190003)
Il giudizio di Credit Suisse First Boston su BMW resta "Underperform", target price €25.
Gli analisti di Credit Suisse First Boston hanno rivisto però al ribasso le stime riguardo l'utile per azione di BMW per i prossimi due anni. La vendita di automobili negli USA, il mercato più importante per BMW, sarebbero state molto deludenti.
Il rating di Lehman Brothers sul titolo di BMW resta invece "Overweight". Nonostante le vendite nel mese di gennaio negli USA abbiano deluso le attese, gli analisti di Lehman Brothers credono che ciò non sia da sopravvalutare e che la crescita delle vendite dovrebbe tornare già da febbraio.
Deutsche Telekom (ISIN: DE0005557508)
J.P. Morgan ha confermato il rating di "Overweight" su Deutsche Telekom ma rivisto al rialzo, da €16,70 a €18, il fair value sul titolo. In virtù del forte aumento degli utenti registrato negli ultimi mesi gli esperti di J.P. Morgan hanno anche alzato le loro stime riguardo la crescita dell'ebitda di Deutsche Telekom per i prossimi tre anni.

France Télécom (ISIN: FR0000133308)
Nomura ha confermato il suo giudizio di "Sell" su France Télécom. I ricavi relativi al quarto trimestre 2003 sarebbero stati deludenti. Soprattutto al di fuori della Francia la crescita del fatturato sarebbe stata molto debole. Il titolo sarebbe inoltre rispetto a quelli delle altre telecom europee troppo caro.

Repsol-YPF (ISIN: ES0173516115)
Upgrade di Credit Suisse First Boston sul titolo del gigante petrolifero spagnolo Repsol-YPF: da "Underperform" a "Neutral". Anche il target sul prezzo è stato alzato da €13,50 a €16.
Gli analisti di Credit Suisse First Boston hanno affermato che Repsol-YPF starebbe convincendo con la sua disciplinata politica di bilancio. Inoltre Repsol-YPF non sarebbe più così dipendente dall'andamento degli affari in Argentina.
Roche (ISIN: CH0012032048)
Downgrade di Pictet su Roche: da "Accumulate" a "Neutral". I risultati dell'impresa farmaceutica svizzera relativi all'esercizio 2003 sarebbe stati al di sotto delle attese degli analisti di Pictet. Il titolo avrebbe inoltre, alle quotazioni attuali, poco potenziale.
Più ottimista su Roche Deutsche Bank che ha confermato il rating di "Buy" sul titolo. Gli analisti della grande banca tedesca hanno però rivisto al rialzo il target price da CHF 135 a CHF 140. Secondo gli esperti di Deutsche Bank il margine lordo di Roche per il 2005 dovrebbe essere superiore al 22%. Inoltre gli affari di Roche dovrebbero trarre vantaggio dal farmaco Avastin che dovrebbe essere ammesso al commercio negli USA entro marzo.

Sanpaolo-IMI (ISIN: IT0001269361)
Dresdner Kleinwort Wasserstein ha rivisto il rialzo, da "Hold" a "Buy", il rating su Sanpaolo-IMI. Anche il target price è stato alzato: da €8,90 a €12,40. L'istituto di credito italiano avrebbe una convincente strategia di crescita e non presenterebbe grandi rischi.

Volkswagen (ISIN: DE0007664005)
Deutsche Bank ha confermato il rating di "Hold" su Volkswagen ma ridotto il target sul prezzo da €44 a €40. Anche le stime rigurdo l'utile per azione della casa automibilistica tedesca per il 2004 e il 2005 sono state riviste al ribasso. Le vendite della Golf V non starebbero dando i risultati attesi dagli analisti di Deutsche Bank.

Zürich Financial Services (ISIN: CH0011075394)
Gli analisti di Pictet hanno confermato il loro giudizio di "Buy" su Zürich Financial Services ma rivisto al rialzo, da CHF 210 a CHF 225, il target sul prezzo. Anche le stime riguardo gli utili del gigante finanziario svizzero sono state riviste al rialzo per i prossimi due anni. Gli esperti di Pictet credono che Zürich Financial Services riuscirà a ridurre il peso delle tasse sui suoi prossimi bilanci.