Piazza Affari affonda dopo la BCE, FTSE MIB -2,6%

piazza-affari-affonda-dopo-la-bce-ftse-mib--26
Piazza Affari ha chiuso in forte ribasso. © Shutterstock

Draghi ha deluso le attese dei mercati. Spread sopra 280 punti. Pioggia di vendite sui bancari. Fiat -6,5%. Morgan Stanley si attende aumento di capitale.

CONDIVIDI

La Borsa di Milano ha chiuso anche oggi in forte ribasso. Il FTSE MIB ha perso il 2,6% a 16.525,07 punti.

La BCE ha tagliato di nuovo le sue previsioni sul PIL della zona euro nel 2013. Allo stesso tempo Mario Draghi non ha segnalato che l'Eurotower sia pronta a lanciare eventuali misure di stimolo nel breve termine. Draghi ha piuttosto frenato sulle ipotesi di portare a livelli negativi i tassi d'interesse sui depositi. I mercati hanno reagito molto negativamente.

Sui bancari si è scatenata una pioggia di vendite. Banco Popolare (IT0004231566) ha perso il 5,2%, Banca Popolare di Milano (IT0000064482) il 3,3%, Banca Popolare dell'Emilia Romagna (IT0000066123) il 5%, Intesa Sanpaolo (IT0000072618) il 4,5%, Banca MPS (IT0001334587) l'8,1%, UBI Banca (IT0003487029) il 6,2%, Mediobanca (IT0000062957) il 3,8% e UniCredit (IT0000064854) il 4,7%. Dopo le parole di Draghi lo spread è balzato al di sopra di 280 punti base.

Fiat (IT0001976403) ha chiuso in ribasso del 6,5%. Morgan Stanley ha confermato il suo rating di "Underweight" sul titolo. Secondo la banca d'affari Fiat dovrà prima o poi raccogliere capitali freschi.

Fiat Industrial (IT0004644743) ha guadagnato lo 0,2%. Il produttore di veicoli industriali e CNH (NL0000298933) hanno comunicato oggi che il gruppo che nascerà dalla loro fusione si chiamerà CNH Industrial.

Migliori Peggiori
Buzzi Unicem +0,8 % Banca MPS -8,1 %
Tod's +0,37 % Fiat -6,48 %
Fiat Industrial +0,17 % Ubi Banca -6,16 %
Pirelli & C +0,11 % Banca Popolare -5,23 %
Parmalat +0,08 % Banca Pop Emilia Romagna -5,02 %
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions