Istat: I prezzi delle case calano ancora, in cinque anni -13,7%

Istat: I prezzi delle case calano ancora, in cinque anni -13,7%
I prezzi delle case sono calati anche nel primo trimestre. © Shutterstock

L'indice IPAB è diminuito dello 0,7% rispetto al trimestre precedente e del 3,4% su anno.

CONDIVIDI

Il mercato immobiliare italiano resta in crisi. Nel primo trimestre del 2015 l'indice dei prezzi delle abitazioni (IPAB) acquistate dalle famiglie, sia per fini abitativi sia per investimento, è diminuito dello 0,7% rispetto al trimestre precedente e del 3,4% nei confronti dello stesso periodo del 2014. Lo ha comunicato oggi l'Istat.

L'istituto di statistica indica che il calo congiunturale, il quattordicesimo consecutivo, è per la prima volta il risultato di una diminuzione dei prezzi delle abitazioni nuove (-1,0%) più ampia di quella delle abitazioni esistenti (-0,5%).

La flessione tendenziale dell'indice generale è la sintesi delle diminuzioni su base annua dei prezzi sia delle abitazioni esistenti (-3,8%) sia di quelle nuove (-2,0%).

Pertanto, il differenziale in valore assoluto tra la variazione tendenziale dei prezzi delle abitazioni esistenti e quella dei prezzi delle abitazioni nuove si è ridotto a 1,8 punti percentuali, il minimo da quando è possibile calcolare la serie storica delle variazioni tendenziali dell'IPAB.

Con le stime preliminari del primo trimestre 2015 la diminuzione dei prezzi delle abitazioni rispetto al 2010 ha raggiunto il -13,7%. Alla riduzione hanno contribuito sia le abitazioni esistenti, i cui prezzi, nello stesso periodo, sono scesi del 18,6%, sia le nuove per le quali si registra una variazione negativa dell'1,5%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions