Borsa Milano chiude debole, prudenza prima del "Greferendum"

Borsa Milano chiude debole, prudenza prima del
Piazza Affari ha chiuso debole. © iStockPhoto

Il FTSE MIB ha perso lo 0,5% a 22.508,13 punti. Ancora vendite sui bancari. Male Fiat Chrysler.

CONDIVIDI

La Borsa di Milano ha chiuso anche oggi in ribasso. Il FTSE MIB ha perso lo 0,5% a 22.508,13 punti.

A Piazza Affari ha prevalso oggi la prudenza. Gli investitori non hanno voluto correre rischi prima del referendum in Grecia di domenica prossima. Oggi il premier Alexis Tsipras ha di nuovo invitato i greci a rigettare le proposte dei creditori. I sondaggi vedono un testa a testa con i "si'' lievemente in vantaggio.

La maggior parte dei bancari ha chiuso anche oggi debole. UniCredit (IT0000064854) ha perso l'1%, Intesa Sanpaolo (IT0000072618) lo 0,4%, Banca Popolare dell'Emilia Romagna (IT0000066123) l'1,2%, Banca MPS (IT0001334587) lo 0,6%, Mediobanca (IT0000062957) l'1,1% e UBI Banca (IT0003487029) l'1%.

Fiat Chrysler (NL0010877643) ha perso l'1,1%. Le vendite del gruppo italo-americano sono calate in Brasile a giugno del 28%.

La debolezza del prezzo del petrolio ha penalizzato i petroliferi. Eni (IT0003132476) ha perso l'1,1% e Saipem (IT0000068525) il 2,3%.

Mediaset (IT0001063210) e Telecom Italia (IT0003497168) hanno guadagnato rispettivamente lo 0,5% e lo 0,6%. Il Biscione e l'operatore telefonico sono vicini a raggiungere un accordo commerciale per un'offerta congiunta di contenuti e servizi.

Migliori Peggiori
Telecom Italia +0,6 % Saipem -2,3 %
Mediaset +0,5 % Yoox -1,8 %
Banca Pop Milano +0,5 % Banca Pop Em Rom -1,2 %
Pirelli +0,5 % Mediobanca -1,1 %
Snam +0,4 % Fiat Chrysler -1,1 %
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions