Fiat Chrysler alza i target per il 2015, il titolo sgomma

Fiat Chrysler alza i target per il 2015, il titolo sgomma
Fiat Chrysler ha beneficiato della forte domanda negli USA. ©Ken Wolter - Shutterstock

Fiat Chrysler si attende ora un Ebit adjusted pari o superiore a 4,5 miliardi.

CONDIVIDI

Fiat Chrysler (NL0010877643) ha annunciato oggi di aver aumentato nel secondo trimestre l'Ebit adjusted del 58% a circa €1,53 miliardi. Gli analisti avevano previsto €1,1 miliardi. Il gruppo nato dalla fusione tra Chrysler e Fiat ha beneficiato della forte domanda nell'America settentrionale e della debolezza dell'euro.

FCA ha aumentato lo scorso trimestre i ricavi del 25% a €29,2 miliardi (+10% a parità di tassi di cambio). Le consegne di veicoli sono cresciute lievemente a 1,19 milioni di unità.

L'utile netto è stato pari €333 milioni, in aumento del 69% rispetto al secondo trimestre 2014.

L'indebitamento netto industriale a fine giugno è pari a €8 miliardi, in aumento rispetto ai €7,7 miliardi del 31 dicembre 2014.

FCA ha rivisto al rialzo alcuni target per il 2015. Il costruttore di automobili prevede ora consegne a livello globale di circa 4,8 milioni di veicoli (da 4,8 - 5 milioni di veicoli), ricavi di oltre €110 miliardi (da circa €108 miliardi) e un Ebit adjusted pari o superiore a €4,5 miliardi (da €4,1-4,5 miliardi). I target per l'utile netto e l'indebitamente sono stati confermati, rispettivamente a €1,0-1,2 miliardi e a €7,5-8,0 miliardi.

Il titolo di FCA sale al momento a Piazza Affari del 4,8%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions