UniCredit passa l'esame SREP della BCE

UniCredit passa l'esame SREP della BCE
Il logo di UniCredit.

UniCredit dovra' rispettare un livello di CET1 transitional pari a 9,75% dal 1 gennaio 2016.

CONDIVIDI

UniCredit (IT0000064854) ha passato l'esame SREP (Supervisory Review and Evaluation Process) condotto dalla BCE.

La banca guidata da Federico Ghizzoni ha comunicato che dovra' rispettare un livello di CET1 transitional su base consolidata pari a 9,75% dal 1 gennaio 2016, quando gia' al 30 settembre scorso questo coefficiente si attestava al 10,44% (il dato non include gli utili capitalizzati del terzo trimestre) a fini regolamentari.

Il G-SIB buffer richiesto dal Financial Stability Board, applicato in aggiunta al requisito SREP, e' pari a 0,25% su base transitional dal 1 gennaio 2016. In seguito, il livello verra' incrementato di 0,25% per anno, raggiungendo 1% su base fully loaded nel 2019.

UniCredit indica che il suo livello patrimoniale, includendo il G-SIB buffer transitional, rimane ben al di sopra del requisito minimo SREP, grazie ad un continuo e costante impegno volto ad un'ulteriore generazione di capitale come evidenziato nel piano strategico pubblicato lo scorso 11 novembre 2015.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions