Telecom, Ebitda e ricavi in calo nel primo trimestre, peggio di attese

Telecom, Ebitda e ricavi in calo nel primo trimestre, peggio di attese
Telecom ha annunciato risultati in calo per il primo trimestre.

Telecom ha alzato l'obiettivo di riduzione dei costi a fine 2018 a 1,6 miliardi.

CONDIVIDI

Telecom Italia (IT0003497168) ha comunicato che nel primo trimestre del 2016 il suo utile netto si è attestato a €433 milioni, in forte crescita dagli €82 milioni dello stesso periodo dello scorso anno. L’operatore telefonico indica che il risultato include alcune partite aventi natura meramente valutativa e contabile che non generano alcuna regolazione finanziaria. In assenza di tali impatti l’utile sarebbe risultato di circa €260 milioni, sostanzialmente in linea con l’analogo valore del primo trimestre 2015.

L’Ebitda è calato nei primi tre mesi del 2016 del 16% a €1,71 miliardi (-11,3% in termini organici). A pesare sono stati oneri non ricorrenti per complessivi €75 milioni e la debole performance dell’unità brasiliana. I ricavi sono scesi del 12% a €4,44 miliardi (-5,6% in termini organici). Gli analisti avevano previsto un Ebitda di €1,83 miliardi e ricavi di €4,53 miliardi.

I ricavi dell’unità Domestic si sono attestati a circa €3,55 miliardi, in calo del 2,3% rispetto al primo trimestre del 2015. I ricavi in Brasile sono calati del 36,5% a €897 milioni (-15,3% in termini organici).

L’indebitamento finanziario netto ammonta a €27.139 milioni al 31 marzo 2016, in riduzione di €139 milioni rispetto a fine 2015 (€27.278 milioni).

Il nuovo Amministratore Delegato Flavio Cattaneo ha annunciato un aumento dell’obiettivo di riduzione dei costi a fine 2018 a €1,6 miliardi rispetto ai €600 milioni di euro precedentemente previsti. Il manager ha indicato che le efficienze saranno raggiunte attraverso azioni mirate pari a circa 800 milioni sugli Opex e circa 800 milioni sui Capex.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions