Piazza Affari incrementa le perdite, bancari ancora sotto pressione

Piazza Affari incrementa le perdite, bancari ancora sotto pressione
Piazza Affari ha incrementato le perdite. © Shutterstock

FTSE MIB sotto 17.800 punti a metà seduta. Scendono anche i petroliferi.

CONDIVIDI

La Borsa di Milano ha incrementato le perdite. Il FTSE MIB scende attualmente dell’1,3% a 17.796,32 punti. Lo spread tra il BTP e il Bund è in aumento a 126 punti.

I dati macroeconomici pubblicati oggi in Cina hanno confermato che la seconda economia mondiale continua ad avere difficoltà a riprendere vigore. Sui mercati pesa inoltre l’aumento dei timori legati ad una possibile “Brexit”.

A Piazza Affari le vendite colpiscono anche oggi soprattutto i bancari. Banca Popolare di Milano (IT0000064482) perde il 5%, Banco Popolare (IT0004231566) il 7,2%, Banca MPS (IT0001334587) il 4,8% e UBI Banca (IT0003487029) il 4,4%. L’incerto esito dell’aumento di capitale di Veneto Banca continua ad avere un impatto negativo sull’intero settore.

La debolezza del prezzo del petrolio penalizza i petroliferi. Eni (IT0003132476) perde l’1,2% e Saipem (IT0000068525) il 2,3%.

Poste Italiane (IT0003796171) perde l’1,1%. Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera alla cessione del 29,7% del gruppo, un altro 35% passerà alla Cdp.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions