Istat, occupazione in lieve aumento nel primo trimestre

Istat, occupazione in lieve aumento nel primo trimestre
L'occupazione è aumentata lievemente in Italia. © Shutterstock

L'occupazione ed il tasso di occupazione sono aumentati dello 0,1%. Il tasso di disoccupazione è rimasto stabile all’11,6%.

CONDIVIDI

Nel primo trimestre 2016 gran parte degli indicatori sul mercato del lavoro continuano a segnare un miglioramento. Lo afferma l’Istat.

L’ufficio di statistica indica che l’input di lavoro utilizzato complessivamente dal sistema economico (espresso dalle ore lavorate di Contabilità Nazionale) registra aumenti dello 0,5% su base congiunturale e del 2,1% in termini tendenziali.

L’occupazione stimata dall’indagine sulle forze di lavoro è pari, al netto degli effetti stagionali, a 22 milioni 558 mila persone, in moderato aumento rispetto al trimestre precedente (+0,1%), dopo la crescita nel secondo (+0,4%) e nel terzo trimestre 2015 (+0,6%) e la lieve diminuzione nel quarto (-0,1%).

Il tasso di occupazione sale di 0,1 punti, a sintesi della diminuzione per i 15-34enni (-0,2 punti) e per i 35-49enni (-0,1 punti) a fronte della crescita per i 50-64enni (+0,7 punti).

L’aumento congiunturale degli occupati, spiega l’Istat, riassume il nuovo incremento dei dipendenti a tempo indeterminato (+0,5%, +75 mila), a fronte della diminuzione dei dipendenti a termine (-2,4%, -57 mila) e della stabilità degli indipendenti. A livello territoriale, all’aumento registrato nel Nord (+0,3%) e nel Mezzogiorno (+0,2%) si contrappone la riduzione nel Centro (-0,7%).

Il tasso di disoccupazione rimane stabile all’11,6% rispetto al trimestre precedente e quello di inattività diminuisce in misura lieve (-0,1 punti) attestandosi al 35,7%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions