Piazza Affari estende il rimbalzo grazie alla speculazione su Bremain

Piazza Affari estende il rimbalzo grazie alla speculazione su Bremain
Piazza Affari ha chiuso anche oggi in deciso rialzo. © Shutterstock

Il FTSE MIB ha guadagnato il 2,5% a 17.353,45 punti.

CONDIVIDI

La Borsa di Milano ha chiuso oggi per la seconda seduta di fila in deciso rialzo. Il FTSE MIB ha guadagnato il 2,5% a 17.353,45 punti. Lo spread tra il BTP e il Bund è sceso a 137 punti base.

Piazza Affari ha beneficiato anche oggi del calo dei timori relativi alla Brexit. Gli ultimi sondaggi, pubblicati durante il fine settimana, danno in vantaggio i favorevoli al Bremain rispetto agli elettori che vogliono che il Regno Unito esca dall’UE.

I titoli del settore finanziario hanno esteso il loro rimbalzo. Mediobanca(IT0000062957) ha guadagnato il 5,5%, Azimut (IT0003261697) l’8,2% e Unipol (IT0001074571) il 6,3%.

In gran spolvero la galassia Agnelli. Exor (IT0001353140) ha guadagnato il 5,2% e Fiat Chrysler (NL0010877643) il 5,5%.

L’aumento del prezzo del petrolio ha spinto i petroliferi. Eni (IT0003132476) ha guadagnato il 3% e Saipem (IT0000068525) il 5,9%.

Da notare che la performance del FTSE MIB è stata frenata dallo stacco di alcuni dividendi. Tra le compagnie che hanno remunerato oggi gli azionisti spiccano Enel (IT0003128367) e Poste Italiane (IT0003796171).

Al di fuori del paniere principale RCS MediaGroup (IT0003039010) ha perso l’1,7%. Cairo Communication (IT0004329733) ha alzato la sua OPS sul gruppo editoriale senza tuttavia superare l’offerta di Bonomi.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions