Il settore manifatturiero frena, prima contrazione da gennaio 2015

Il settore manifatturiero frena, prima contrazione da gennaio 2015
L'attività manifatturiera ha registrato a sorpresa un calo. © Shutterstock

L’indice PMI di IHS Markit è sceso ad agosto a 49,8 punti. Male i nuovi ordini.

CONDIVIDI

Il settore manifatturiero italiano ha registrato a sorpresa una contrazione. L’indice PMI di IHS Markit è sceso ad agosto, rispetto a luglio, da 51,2 a 49,8 punti. Era dal gennaio del 2015 che l'indice non scendeva sotto 50 punti. Gli economisti avevano previsto un aumento a 51,3 punti.

Ricordiamo che un valore superiore a 50 punti segnala una crescita dell'attività manifatturiera mentre un valore inferiore indica una contrazione.

IHS Markit indica che il calo del livello di nuovi ordini ricevuti dal manifatturiero, il primo in più di un anno e mezzo, è stato il fattore chiave a causare il calo dell’indice PMI. In agosto i livelli di produzione sono aumentati in linea con la tendenza osservata mensilmente dall'inizio del 2015, anche se, nell’arco di questa sequenza, il tasso di espansione è stato più lento e, nel complesso, solo marginale.

L'occupazione, aggiunge IHS Markit - ha continuato a crescere in tutto il settore manifatturiero, estendendo a 20 mesi la sequenza di aumento degli organici. Tuttavia, come già osservato per la produzione, il tasso di crescita delle assunzioni è rallentato, segnando ritmi modesti.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions