Italgas tornerà a Piazza Affari il 7 novembre, dividendo a 20 centesimi

Italgas tornerà a Piazza Affari il 7 novembre, dividendo a 20 centesimi
Italgas tornerà ad essere quotata in borsa. © Shutterstock

La capitalizzazione di borsa di Italgas è stimata tra 3,5 e 4 miliardi di euro.

CONDIVIDI

Dopo tredici anni Italgas tornerà il prossimo 7 novembre a Piazza Affari. Dalla medesima data decorreranno ufficialmente gli effetti della separazione dall’impresa madre Snam (IT0003153415). La capitalizzazione di borsa del gruppo che distribuisce metano a circa un terzo degli italiani è stimata tra 3,5 e 4 miliardi di euro.

L’operazione di scissione prevede che gli azionisti di Snam ricevano per ogni azione posseduta cinque azioni di Italgas. Al primo giorno di quotazione il flottante sarà pari al 60,5%. La Cassa Depositi Prestiti, con il 26,5 per cento, diventerà il maggiore azionista. Snam manterrà solo il 13,5 per cento.

Ieri il top management di Italgas ha intanto incontrato a Londra analisti e investitori istituzionali in occasione del Capital Markets Day. L’amministratore delegato Paolo Gallo vuole investire nei prossimi anni oltre 2 miliardi per aumentare la quota di mercato entro il 2020 al 40%, dal 33,9% del 2015.

Per effetto del piano di investimenti la crescita annua della RAB (Regulatory Asset Base) organica sarà di oltre l’1% nel periodo 2016-2020. La RAB consolidata è prevista in aumento dai 5,7 miliardi di euro di fine 2015 a oltre 7 miliardi di euro nell’arco del piano industriale.

Per quest’anno Italgas prevede ricavi consolidati proforma superiori a 1 miliardo di euro, un Ebitda margin del 65%, un rapporto Ebit/Rab superiore al 6% e un debito netto di 3,7 miliardi di euro. Il dividendo, che per il 2016 ammonterà a 20 centesimi, dovrebbe crescere dell’1-1,5% in media annua dai prossimi due esercizi.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions