Piazza Affari chiude piatta, a picco le utilities

Piazza Affari chiude piatta, a picco le utilities
Piazza Affari ha chiuso piatta. ©baldovina - Shutterstock

Il FTSE MIB ha guadagnato meno dello 0,1% a 16.804,88 punti.

CONDIVIDI

La Borsa di Milano ha chiuso oggi piatta. Il FTSE MIB ha guadagnato meno dello 0,1% a 16.804,88 punti.

Piazza Affari ha azzerato i guadagni nel finale. A pesare è stato il sell-off sui titoli di Stato. Il rendimento del BTP a dieci anni è salito fino all’1,91%, massimo da oltre un anno. Lo spread con l'analoga scadenza del Bund si è allargato a 162 punti base. Donald Trump vuole lanciare un importante programma di stimoli fiscali. Le aspettative di inflazione a livello globale sono perciò fortemente aumentate. I titoli di Stato italiani sono poi penalizzati dal rischio politico connesso al referendum costituzionale del 4 dicembre.

Il settore delle utilities, che dipende in particolar modo dall’andamento dei tassi, è andato a picco. A2A (IT0001233417) ha perso il 5,1%, Enel (IT0003128367) il 3,4%, Italgas (IT0005211237) il 7%, Snam (IT0003153415) il 5% e Terna (IT0003242622) il 4,4%.

UniCredit (IT0000064854) ha guadagnato il 2,9%. L’utile della banca è calata nel terzo trimestre più di quanto previsto dagli analisti, tuttavia i ricavi ed il CET1 hanno superato le attese.

Azimut (IT0003261697) ha guadagnato il 5,5%. Il gruppo impegnato nel risparmio gestito ha quasi raddoppiato l’utile netto nel terzo trimestre.

Yoox Net-a-Porter (IT0003540470) ha guadagnato lo 0,8%. Il gruppo specializzato nel commercio elettronico di abbigliamento ha registrato una solida performance nei primi nove mesi del 2016 ed ha espresso ottimismo sul futuro.

Fiat Chrysler (NL0010877643) ha guadagnato il 7,8%. Gli investitori scommettono che le politiche economiche di Donald Trump avranno un impatto positivo sul settore dell’auto.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions