Banche: Tornano a crescere i prestiti alle società, calano le sofferenze

Banche: Tornano a crescere i prestiti alle società, calano le sofferenze

Dai nuovi dati della Banca d'Italia emerge una leggera accelerazione della crescita dei prestiti totali al settore privato.

CONDIVIDI

La Banca d'Italia ha comunicato oggi che i prestiti al settore privato sono aumentati ad ottobre dell’1% (+0,9% a settembre). I prestiti alle famiglie sono aumentati dell’1,6% (+1,6% anche nel mese precedente) e quelli alle società non finanziarie dello 0,5% (-0,2% a settembre). Per i prestiti alle società non finanziarie si è trattato del primo aumento da maggio.

I tassi d'interesse sui finanziamenti erogati alle famiglie per l'acquisto di abitazioni sono stati pari al 2,34% (2,33% nel mese precedente); quelli sulle nuove erogazioni di credito al consumo si sono attestati all’8,08%, dall’8,12% di settembre.
I tassi sui nuovi prestiti alle società non finanziarie di importo fino a 1 milione di euro si sono attestati al 2,31% (2,26% nel mese precedente); i tassi sui nuovi prestiti di importo superiore a tale soglia sono saliti all’1,08%, dall'1,02% di settembre.
I tassi passivi sul complesso dei depositi in essere sono stati pari allo 0,41% (0,42% a settembre).

I depositi del settore privato sono cresciuti del 3,2% (+3,6% a settembre). La raccolta obbligazionaria è scesa del 9% (-10,1% nel mese precedente).

Per quanto riguarda le sofferenze delle banche, il tasso di crescita sui dodici mesi - tenendo conto delle discontinuità statistiche ma senza correggere per le cartolarizzazioni e le altre cessioni - è risultato pari a -1% (-1,7% a settembre). In valore assoluto, le sofferenze lorde sono calate a circa €198,6 miliardi, dai €198,9 miliardi del mese precedente.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions