La Borsa di Milano ha chiuso oggi in forte progresso. Il FTSE MIB ha guadagnato il 2,5% a 18.827,61 punti. Lo spread è precipitato a 153 punti, dopo che ieri aveva superato 170 punti base.

Piazza Affari ha beneficiato oggi del boom di acquisti che si è scatenato su alcuni titoli. Mediaset (IT0001063210) ha guadagnato il 31,9%. Vivendi (FR0000127771) ha annunciato di possedere il 3% del capitale del Biscione e di voler diventare il suo secondo maggiore azionista (Mediaset, raid di Vivendi. I francesi al 3% del capitale, puntano al 20%).

UniCredit (IT0000064854) ha guadagnato il 15,9%. L’istituto di credito ha svelato oggi il suo piano strategico che prevede, tra l'altro, un aumento di capitale da 13 miliardi di euro (UniCredit, aumento da 13 miliardi, cederà 17,7 miliardi di sofferenze). Secondo molti analisti i target al 2019 avrebbero superato nettamente le attese.

Saipem (IT0000068525) ha guadagnato il 5,2%. Morgan Stanley ha alzato il suo rating sul gruppo di ingegneristica petrolifera da “Underweight” ad “Overweight”.

Banca MPS (IT0001334587) ha guadagnato un ulteriore 1,3% dopo aver riaperto la conversione dei bond ai titolari retail nel tentativo di portare a termine sul mercato la ricapitalizzazione da 5 miliardi entro fine anno.

Generali (IT0000062072) ha perso lo 0,7%. Credit Suisse ha avviato la copertura sul gruppo assicurativo con “Underperform”.

In fondo al FTSE MIB sono finiti Banca Popolare di Milano (IT0000064482) e Banco Popolare (IT0004231566), prossimi a fusione. Il primo ha perso il 3%, il secondo il 3,5%.

A cura di Redazione Borsainside © RIPRODUZIONE RISERVATA