Piazza Affari chiude in leggera flessione, male le banche

Piazza Affari chiude in leggera flessione, male le banche
© iStockPhoto

Tonfo di Banca MPS nel primo giorno dell'aumento di capitale. Brilla invece Saipem. La speculazione spinge Mediaset e Telecom.

CONDIVIDI

La Borsa di Milano ha chiuso oggi in leggera flessione. Il FTSE MIB ha perso lo 0,2% a 18.968,94 punti. Lo spread è salito a 159 punti, dai 158 punti di venerdì.

A frenare Piazza Affari è stata la negativa performance del settore bancario. Banca MPS (IT0001334587) ha perso l’11%. Oggi ha preso il via l’offerta pubblica di sottoscrizione di azioni di nuova emissione, con cui la banca senese cercherà di raccogliere il capitale necessario per evitare il salvataggio pubblico.

Tra gli altri bancari Banca Popolare di Milano (IT0000064482) ha perso il 2,6%, Banco Popolare (IT0004231566) il 2,7%, UniCredit (IT0000064854) lo 0,5%, Intesa Sanpaolo (IT0000072618) lo 0,8%, Banca Popolare dell'Emilia Romagna (IT0000066123) il 4,5% e UBI Banca (IT0003487029) l’1,9%,

Saipem (IT0000068525) ha guadagnato il 4,6%. Goldman Sachs ha confermato il suo rating di “Buy” sul gruppo di ingegneristica petrolifera ed alzato il target sul prezzo da €0,54 a €0,59.

Mediaset (IT0001063210) ha guadagnato l’1,5%. Il gruppo di Cologno Monzese resta al centro dell’attenzione dopo che Vivendi (FR0000127771) ha rilevato circa il 20% del suo capitale.

Telecom Italia (IT0003497168) ha guadagnato il 2,4%. Gli investitori continuano a scommettere che l’operatore telefonico possa essere coinvolto nella battaglia tra Fininvest ed il gruppo francese per il Biscione.

UnipolSai (IT0004827447) ha perso lo 0,8%. Mediobanca ha tagliato il suo rating sul gruppo assicurativo da “Outperform” a “Neutral”.

Seduta positiva per le utilities. Italgas (IT0005211237) ha guadagnato il 2,1%, Snam (IT0003153415) l’1,1% e Terna (IT0003242622) l’1,6%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions