Piazza Affari chiude in territorio negativo con le banche e FCA

Piazza Affari chiude in territorio negativo con le banche e FCA
© Shutterstock

Il rally di Luxottica non ha potuto evitare il rosso al FTSE MIB. Male Generali e Saipem. Sale leggermente lo spread.

CONDIVIDI

La Borsa di Milano ha chiuso oggi in territorio negativo. Il FTSE MIB ha perso l’1,4% a 19.247,25 punti. Lo spread è salito a 166 punti, dai 164 punti di venerdì sera. Il tasso del BTP decennale è passato al 1,91% da 1,90%.

L’agenzia Dbrs ha tagliato venerdì scorso il rating sovrano dell’Italia di un gradino, portandolo da A (low) a BBB (high). La misura ha penalizzato soprattutto i titoli finanziari. Anche su Piazza Affari ha pesato inoltre l’aumento dei timori legati ad una possibile “hard Brexit”. Secondo la stampa britannica la premier Theresa May annuncerà domani di voler siglare un divorzio chiaro dall'Unione europea.

Da notare è che oggi Wall Street è rimasta oggi ferma a causa del Martin Luther King Jr. Day.

Tra i bancari Banco Bpm (IT0005218380) ha perso il 2,5%, UniCredit (IT0000064854) il 2% e Intesa Sanpaolo (IT0000072618) l'1,9%.

Fiat Chrysler (NL0010877643) ha perso il 4,2%. Sul titolo continua a pesare la vicenda della presunta manipolazione dei dati sulle emissioni diesel.

Generali (IT0000062072) ha perso il 2,3%. Deutsche Bank ha tagliato il suo rating sul gruppo assicurativo da “Hold” a “Sell”.

Saipem (IT0000068525) ha perso il 4,4%. Macquarie ha tagliato il suo rating sul gruppo di ingegneristica petrolifera da “Neutral” ad “Underperform”.

Luxottica (IT0001479374) ha guadagnato l’8,3%. Il gruppo ha annunciato la sua fusione con Essilor (FR0000121667). L’operazione darà vita a un colosso del settore dell'occhialeria, con ricavi combinati superiori a 15 miliardi di euro (Essilor e Luxottica annunciano fusione, nasce colosso degli occhiali).

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions